Casa Consigli

Cosa si trova all’interno del pannello elettrico principale

pannello principale elettricità

Qualsiasi riparazione elettrica nella vostra casa comporta lo spegnimento del circuito su cui lavorare, e questo si fa attraverso il pannello elettrico principale (conosciuto anche come quadro elettrico). Il pannello elettrico principale è come il centralino di tutta l’elettricità in casa. Riceve l’energia in entrata dalla società del servizio elettrico e la distribuisce a ciascuno dei circuiti che alimentano tutti i dispositivi in tutta la casa. Ricorda che tutto, tranne l’energia elettrica in entrata, può essere spento e acceso dal pannello di servizio principale.

Dietro la “porta” del pannello elettrico

Un quadro elettrico è una scatola d’acciaio, o con una porta incardinata, o con un pannello sollevabile sul davanti e tramite ciò, si può accedere a tutti gli interruttori del pannello. Di solito un pannello alimenta l’intera casa, ma ce ne può essere anche un altro un po’ più piccolo, ovvero il sottopannello. Quest’ultimo può essere utilizzato per servire un’area specifica che serve quindi da aggiunta all’interno del sistema elettrico della casa, come in una grande cucina o in un garage staccato. Un sottopannello funziona proprio come un pannello di servizio principale, ma è alimentato dal pannello principale stesso, invece che direttamente dalle linee di servizio elettrico.

Ogni interruttore è controllato da una leva che può essere impostata manualmente su posizione ON o OFF. Se un interruttore scatta, a causa di un sovraccarico o di altri problemi, la leva si sposta automaticamente. Gli interruttori dovrebbero essere etichettati, per poter essere identificati facilmente. Le etichette possono essere adesivi o parole scritte a mano accanto agli interruttori.

Si ricorda che le case più vecchie che non hanno aggiornato i loro servizi elettrici, possono avere dei pannelli di servizio con i fusibili al posto degli interruttori, che sono stati standardizzati a partire dagli anni ’60.

All’interno del pannello elettrico principale

Quando si apre la porta del pannello, si accede agli interruttori del circuito ed è così per la maggior parte dei proprietari di casa. Tuttavia, per entrare nel pannello al fine di installare oppure sostituire un interruttore, bisogna rimuovere la copertura protettiva intorno agli interruttori, conosciuta anche come copertura frontale. Questa copertina viene di solito mantenuta in posizione con delle viti e rimuovendola, si può accedere a tutti i componenti del pannello. Può anche succedere che alcuni pannelli abbiano porta e copertura separate; mentre in altri esse fanno parte della stessa unità.

Attenzione! Bisogna sempre spegnere l’interruttore principale prima di rimuovere la copertura anteriore. Questo spegne l’alimentazione a tutti gli interruttori e ai circuiti domestici, ma non spegne l’alimentazione dalla rete. Le linee di servizio elettrico e i terminali a cui si collegano all’interno del pannello, rimangono sotto tensione, a meno che la società non interrompa il servizio elettrico alla casa.

pannello principale cavi elettrici

Interruttore principale nel pannello elettrico

L’interruttore principale è un grande interruttore generalmente situato nella parte superiore del pannello, ma a volte si trova in basso o lungo un lato. È importante controllare sempre tutta la potenza degli interruttori di derivazione all’interno del pannello.

La corrente proviene dalle linee di servizio elettrico, passa attraverso il contatore esterno della casa e arriva al pannello. Tuttavia, alcuni sistemi includono un sezionatore, il quale è separato dal contatore e dal pannello. Quindi, l’interruttore principale è usato per attivare o disattivare l’alimentazione di tutti i circuiti derivati nello stesso momento.

Inoltre, l’interruttore principale identifica la capacità totale di amperaggio del pannello e possiede un numero che identifica la sua capacità di ampere, come 100, 150 o 200. Lo standard per i nuovi pannelli oggi è di 200 ampere, anche se i pannelli possono avere una capacità ancora maggiore.

Non bisogna dimenticare che l’interruttore principale chiude l’alimentazione a tutti i circuiti derivati, ma non interrompe l’alimentazione dell’utenza. Le linee di servizio e i terminali a cui si collegano all’interno del pannello rimangono, come detto prima, sotto tensione, a meno che la società del servizio elettrico non interrompa il servizio alla casa.

Le barre calde

I due spessi fili neri che alimentano l’interruttore principale portano ciascuno 120 volt dal contatore elettrico e alimentano le due barre “calde” del pannello. Gli interruttori automatici scattano in posizione su una o entrambe le sbarre per fornire l’energia ai circuiti. Gli interruttori unipolari forniscono 120 volt e si collegano a una sola sbarra. Quelli bipolari invece forniscono 240 volt a un circuito e si inseriscono in entrambe le sbarre calde. La corrente elettrica lascia il pannello di servizio attraverso i fili che sono collegati agli interruttori. Gli interruttori unipolari hanno un filo e sono privi di guaina, mentre gli interruttori bipolari hanno due fili: quello neutro quindi di colore blu e quello fase che invece è marrone.

Le barre neutre

Una volta che la corrente lascia il pannello elettrico attraverso i fili caldi del circuito, l’elettricità ritorna al pannello di servizio attraverso il filo neutro (di solito blu), il quale è collegato alla barra neutra. Essa si collega al pannello di servizio neutro principale e restituisce la corrente alla rete elettrica.

In molti pannelli di servizio, la barra neutra serve anche come barra a terra, nel senso che è il luogo dove i singoli fili di rame del circuito terminano. In questo caso, si parla spesso di barra neutra/a terra.

pannello principale casa

Il legame principale tra cavi nel pannello elettrico

Il ponte di collegamento fra i cavi fornisce una connessione a terra tra la barra neutra ed il pannello elettrico. Un altro collegamento a terra è caratterizzato dal cosiddetto conduttore dell’elettrodo a terra. Esso è un filo di rame nudo, che collega la barra neutra ad un’altra. Quest’ultima è situata nel terreno vicino al pannello o all’armatura metallica nelle fondamenta della casa. La connessione finale col sottosuolo, permette alla corrente elettrica vagante (per esempio una sovratensione creata da un fulmine) di passare in modo sicuro nel terreno circostante.

Le barre nel terreno

Alcuni pannelli di servizio hanno una barra che è diversa rispetto alle altre, proprio per i collegamenti dei fili a terra (con guaina gialla e verde). In questo caso, la barra è collegata elettricamente a quella neutra solo nei pannelli di servizio principali. Invece nei sottopannelli, quella a terra e quella neutra non sono collegate tra di loro.

Gli interruttori del circuito

L’interruttore è l’anello debole di ogni circuito elettrico, ma è stato progettato per mettere tutto in sicurezza. Questo che significa? Quando un circuito assorbe più corrente di quella che è progettato da gestire, il cablaggio si scalda e diventa un pericolo di incendio. L’eccessiva corrente in un circuito viene impedita dall’uso di dispositivi di sicurezza di sovracorrente, come gli interruttori. Gli interruttori automatici collegati alle barre calde sono disponibili in vari tipi e con diverse capacità:

  1. Gli interruttori unipolari forniscono 120 volt e di solito hanno una potenza di 15 o 20 ampere. Questi interruttori vengono utilizzati per la maggior parte dei circuiti di casa;
  2. I bipolari forniscono 240 volt e sono disponibili con valori da 15 a 50 ampere. Essi di solito sono dedicati ai grandi elettrodomestici, come asciugatrici elettriche, stufe e condizionatori d’aria;
  3. Gli interruttori del circuito a terra, proteggono un intero circuito da ipotetici guasti per aiutare a prevenire i rischi di scosse;
  4. Inoltre ci sono quelli ad arco elettrico, i quali proteggono un intero circuito dai guasti ad arco al fine di prevenire gli incendi domestici. Ricordiamo, infine che alcuni interruttori possono avere la doppia funzione del circuito a terra e ad arco.


Se ti è piaciuto il nostro articolo, continua a seguire il nostro Blog.

Se invece hai bisogno di un professionista per la tua casa, clicca qui.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Banner-ernesto.jpg

You may also like

Casa Consigli

Come assumere professionisti edili e della ristrutturazione della casa

post-image

La selezione del giusto professionista edile o della ristrutturazione della casa è probabilmente il passo più importante per pianificare, progettare e costruire la vostra nuova casa o completare una ristrutturazione. Sia che decidiate di assumere una persona per progettare la vostra casa e un’altra per costruirla, o che troviate un’azienda che faccia tutto, avrete bisogno di professionisti edili che capiscano la natura del vostro progetto e possano servire al meglio le vostre esigenze individuali.

Domande da porre ai professionisti edili della ristrutturazione

  • Quanto bene il professionista capisce il tuo budget, i tempi e la disponibilità?
  • Il suo portafoglio di progetti passati è in linea con il vostro gusto personale?
  • Il professionista può fornire referenze recenti dei clienti?
  • Quanto volete essere coinvolti nel processo di costruzione/ristrutturazione?
  • Vi sentite a vostro agio con il progettista?
Read More
Casa Consigli

Piccole riparazioni in casa: chi dovresti chiamare?

post-image

Avete una serie di piccole riparazioni domestiche di cui vi piacerebbe prendervi cura, ma non riuscite mai a trovare il tempo per farlo? Sfortunatamente, molte di queste, se non vengono controllate assiduamente, rischiano di trasformarsi in ingenti spese . Tuttavia, c’è una soluzione! Se non avete il tempo di preoccuparvi di ogni modesta riparazione sulla vostra lista, assumere un servizio di tuttofare è un ottimo modo per risolverle senza dover sprecare il vostro tempo libero.

La crescita, la scomparsa ed il nuovo emergere dell’azienda di tuttofare

Anche se non è sempre stato così, non è difficile trovare delle valide ditte di tuttofare! Durante il boom immobiliare degli anni Ottanta, molti professionisti in ambito di migliorie per la casa non avrebbero accettato un progetto di valore inferiore a 20000 euro. Le aziende di tuttofare che si concentravano solo su piccole riparazioni domestiche…

Read More
Casa Consigli

Perché i lavoratori edili sono così occupati: carenza di manodopera edile e suggerimenti per i proprietari di case

post-image

Se stai cercando di completare un progetto di ristrutturazione o di costruzione, potresti essere alla ricerca di impresari. Hai chiamato vari contatti e ti chiedi perché i prezzi sembrano alti o il lavoro non può iniziare così presto come vorresti. Non è che gli operai non vogliano il tuo lavoro. È che la manodopera edile è talmente richiesta che non riescono a stare al passo.

I costruttori qualificati sono stati a corto di personale per anni. Infatti, un grande numero di imprese edili ha avuto problemi a trovare lavoratori qualificati per aiutarli a gestire il volume di lavori in arrivo. Questo impedisce loro di crescere con la domanda.
Sia che si viva in una zona rurale con scarsa copertura di imprenditori sia che si viva in una zona urbana che è satura di esigenze di riparazione, il numero di lavoratori manuali qualificati pro capite sta…

Read More
Casa Consigli

Lista delle domande da porre quando si assume un costruttore di tetti

post-image

Domande da porre ad un costruttore di tetti

Assumere un costruttore di tetti è una delle decisioni più importanti che prenderete per la vostra casa. Pochi progetti hanno un impatto maggiore sull’efficienza energetica, sull’abitabilità a lungo termine e sulla tranquillità del proprietario di casa come quelli riguardanti il tetto. Esso può spesso sembrare un acquisto di circostanza – qualcosa di cui si ha bisogno ma che si dà per scontato. È naturale sentirsi disinteressati, la gente di solito non fa commenti su quanto sia bello il vostro tetto. Ma, poiché è una parte così importante della vostra casa, avete bisogno di un professionista che installi, ripari o sostituisca correttamente. Ecco un elenco di domande che possono aiutarvi a risparmiare denaro e disagi quando è il momento di installare un nuovo tetto.

Cose da chiedere quando si ottengono preventivi per il…

Read More
Casa Consigli

Rapporto di successo tra il proprietario e la ditta edile: i modo migliori per avere un progetto di ristrutturazione senza complicazioni

post-image

Per gli amanti del fai-da-te, i consigli di restyling consistono probabilmente in una guida tecnica e nelle informazioni specifiche dei prodotti. Per chi stia considerando una ditta edile per un progetto, il miglior consiglio per non è seguire una descrizione di come si costruisca qualcosa, ma sapere come creare un rapporto di successo tra il proprietario e la ditta edile.
C’è un modo giusto e uno sbagliato di avvicinarsi ai progetti di ristrutturazione della casa, ed il connubio temporaneo tra voi e la vostra équipe può rapidamente trasformarsi in qualcosa di disastroso se c’è mancanza di comunicazione, rispetto o regole di base presenti nella vostra casa.

I progetti di ristrutturazione sono migliori se si lascia ai professionisti lo spazio di cui hanno bisogno per operare

A seconda della loro portata, i progetti di ristrutturazione possono durare da 10 giorni…

Read More
Casa Consigli Professionisti

Riorganizzazione del bagno ecco a chi rivolgersi

post-image

Una riorganizzazione del bagno quanto costa? Scopriamo insieme quanto può venire a costare una ristrutturazione completa di un bagno ma soprattutto a chi rivolgersi per iniziare i lavori

Trova un riorganizzatore di bagni

Poiché i bagni sono una delle stanze più utilizzate in una casa, hanno bisogno di una manutenzione regolare e, a volte, di una riorganizzazione completa del bagno. Ci sono vari negozi di arredamenti che posso darti dei suggerimenti ed ovviamente di preventivare tra il 5% e il 10% del valore della vostra casa per una riorganizzazione del vostro bagno.

In media, la riorganizzazione del bagno costa circa 10.000 euro. Il rimodellamento più conveniente può essere fatto per 2.500 euro, mentre i progetti di fascia alta possono arrivare fino a 30.000 ero. Il costo varia a seconda della portata.

L’inizio…

Read More
Casa Consigli Professionisti

Rifacimento del tuo bagno ecco alcuni consigli utili

post-image

Il rifacimento del bagno può essere una grande occasione per dare un tocco di stile in più ! Scopriamo alcuni consigli su come ristrutturare.

Costi di rifacimento del bagno


Se un lavandino rotto o una doccia che gocciola ti fanno sognare piastrelle da bagno esteticamente piacevoli e radiose e bontà degne di Instagram in un bagno ristrutturato, non sei solo. Su questa linea c’è anche il fenomeno confuso dei costi di ristrutturazione del bagno.

Tutti noi fantastichiamo su hardware costosi, vasche da bagno di lusso, lavandini per lui e per lei nelle prime fasi del rimodellamento del bagno. Tuttavia, è necessario pensare prima ai soldi. Per esempio, si può ancora creare il vostro bagno desiderabile all’interno di un budget? Per farlo, è necessario comprendere i diversi aspetti dei costi di ristrutturazione del bagno.



Chiediti…

Read More
Casa Consigli

Riparazione del tetto: tutto ciò che c’è da sapere prima di scegliere il professionista giusto

post-image

Assumere un professionista è una delle decisioni più importanti che potrete prendere per la vostra casa e per la riparazione del tetto. Pochi progetti hanno un impatto maggiore sull’efficienza energetica, sull’abitabilità a lungo termine e sulla tranquillità del proprietario di casa.

I tetti possono spesso sembrare qualcosa di cui avete bisogno ma che date per scontato. È naturale sentirsi disinteressati perché la gente di solito non fa commenti su quanto sia bello il vostro tetto. Poiché è una parte così importante della vostra casa, avete bisogno di un professionista che installi, ripari o sostituisca correttamente e e faccia al meglio il suo lavoro. Ecco una lista di domande che possono aiutarvi a risparmiare denaro.

Costi di base per la riparazione del tetto

Il costo per la riparazione di un tetto è di circa 7.600 euro in media. Il…

Read More
Translate