Consigli Stile di Vita

Ansia e paura da coronavirus, 5 consigli per gestirle al meglio

ansia e paura da coronavirus isolamento

Il coronavirus non è soltanto un’epidemia sanitaria ma sta diventando sempre più un’epidemia di insicurezza, ansia e paura. Si tratta di paure individuali, ognuno in base alla propria condizione sociale e predisposizione psicologica teme il contagio, teme per l’economia, teme per i propri cari. La paura più grande e sicuramente più comune è la perdita di controllo della propria vita, l’assenza di progettualità perché il futuro ora più che mai è incerto, il senso di impotenza e di rassegnazione. In alcuni casi si sviluppano poi situazioni di ipocondria, ossia la tendenza eccessiva a preoccuparsi per il proprio stato di salute o ancora situazioni di odio nei confronti dei presunti “untori”, in base alla necessità umana di andare sempre alla ricerca di un colpevole che in ogni caso è sempre meglio che sia lontano da noi o fuori dal nostro gruppo sociale.

Come affrontare ansia e paura da coronavirus, consigli pratici

Di fronte ad una pandemia mondiale è normale dunque, sentirsi impotenti e sopraffatti. Ecco cinque consigli che gli esperti suggeriscono per gestire questo turbinio di malessere ed emozioni.

  1. Imparare a conoscere la nostra paura nel concreto, ponendoci semplici domande come: “di cosa ho paura?”, “ho paura del virus in sé?”, “ho paura per i miei cari?”, “è la solitudine che mi spaventa?”. Riconoscere le proprie paure è il primo fondamentale passo per imparare a gestirle.

  1. La rapida diffusione di notizie, spesso dal tono allarmistico e catastrofico, senz’altro contribuisce ad alimentare in noi questo malessere, amplificando il senso di impotenza e di timore. È fondamentale dunque prendersi, di tanto in tanto, una pausa dalla lettura di notizie, post allarmistici e probabili fake news sui social media, cercando di consultare una volta al giorno soltanto fonti ufficiali e notiziari più seri.
  1. Concentrarsi soltanto su ciò che si può controllare. Riflettere sui possibili scenari futuri, cercando morbosamente risposte in Internet non fa altro che aumentare il nostro senso di sopraffazione e ansia. Il modo migliore per gestire lo stress da Coronavirus è quello di focalizzare l’attenzione su ciò che oggettivamente è nel nostro controllo, dunque banalmente seguire le semplici regole dell’igiene personale e del distanziamento sociale, senza far divagare la mente verso possibili scenari futuri.

  1. Prendersi cura del proprio corpo e del proprio spirito può rivelarsi un vero toccasana per la gestione delle paure e dell’ansia. Le tre regole fondamentali sono mangiare sano, dormire a sufficienza e meditare. Mantenere abitudini sane, rispettando orari di sonno, scuola o lavoro aiuta a preservare un senso di normalità; inoltre, praticare quotidianamente e regolarmente meditazione o yoga aiuta a ristabilire l’equilibrio del proprio sistema nervoso. Per trarne maggiori benefici, è fondamentale dedicarsi alla meditazione un pò di tempo ogni giorno.
  1. Continuare a tenere viva la propria rete sociale, mantenendo le distanze solo fisicamente. Se da una parte internet può rivelarsi un mix letale di fake news, articoli e notizie allarmanti, dall’altro grazie alla connessione digitale oggi abbiamo la possibilità di restare sempre in contatto con tutti, in qualsiasi parte del mondo. È importante, per questo motivo, continuare a partecipare alla vita di famiglia o dei nostri amici, cercando di orientarsi verso persone tranquille, che non si preoccupano troppo, lasciandosi ispirare dalla loro visione, da come loro vedono la situazione e come la gestiscono.
ansia e paura di uscire da coronavirus

È chiaro che si tratta di imparare a gestire sensazioni e disagi psicologici che probabilmente non avremo mai ipotizzato di dover affrontare nella nostra vita; chi mai avrebbe pensato che un giorno ci saremmo trovati a vivere nel bel mezzo di una pandemia mondiale; che improvvisamente tutte le nostre certezze sarebbero crollate e ci saremmo dovuti affidare al buon senso degli altri; chi mai avrebbe pensato che un giorno le nostre abitudini quotidiane sarebbero state sconvolte e ci saremmo dovuti adattare ad un nuovo stile di vita. Probabilmente nessuno. Ciò che è in nostro potere in questo momento è il rispetto delle linee guida degli esperti. Per quanto riguarda le nostre paure invece, cercare di adottare piccoli accorgimenti in quella che è la nostra nuova routine quotidiana, imparando a gestire i nostri pensieri, la nostra ansia e paura da Coronavirus, impedendo a queste ultime di sopraffarci.

Per altri consigli utili e molto altro, continua a seguire il nostro blog.

Se sei in cerca di un professionista puoi trovarlo su Ernesto

Ernesto preventivi gratuiti

You may also like

Casa Consigli

Impresa di costruzioni: cinque errori da non fare

post-image

Se vi state preparando per una grande ristrutturazione della casa, siate pronti a prendere centinaia di decisioni, dal definire la pianta alla scelta dei colori della vernice. Tuttavia, nessuna scelta è più importante di quella dell’impresa di costruzioni giusta per il lavoro.

Nove volte su dieci i progetti di ristrutturazione non raggiungono i risultati previsti: le motivazioni possono essere ricondotte a un problema tra i proprietari di casa e l’impresa costruttrice.

Per evitare questo destino nella ristrutturazione, fate attenzione a non compiere questi cinque errori nell’assunzione dell’impresa di costruzioni.

Errore #1: scegliere la prima impresa di costruzioni che si incontra

È un come un appuntamento: non si sposa la prima persona che si incontra, nonostante questa possa sembrare perfetta. Per una ristrutturazione importante pianificate di consultare cinque o sei imprese di persona. Potrebbe sembrarvi…

Read More
Consigli

Ditta di costruzioni: come sceglierla? 15 domande che prevengono le frodi e assicurano la soddisfazione

post-image

Sapete che assumere una ditta di costruzioni qualificata è una delle parti più importanti per iniziare un nuovo progetto di casa? Dei professionisti affidabili con una buona reputazione ed esperienza possono fare una grande differenza. Ma quali sono le domande più importanti da porre durante il colloquio e come si valuta la qualità di una risposta? La consultazione di esperti del settore ha consentito di creare un elenco definitivo di domande che vi aiuterà a imparare tutto ciò che c’è da sapere per scegliere con attenzione il professionista giusto per il lavoro – e per evitare i più comuni problemi di costruzione.

#1 “Da quanto tempo la ditta è in questo settore?”

Le ditte di costruzioni che operano da anni hanno incontrato molti problemi di crescita. Per questo motivo, le aziende con esperienza hanno creato sistemi e controlli per assicurare che…

Read More
Casa Consigli

Come assumere un appaltatore generale

post-image

Gli appaltatori generali organizzano ed eseguono grandi progetti di ristrutturazione, per questo motivo è fondamentale trovare quello giusto. Assumere un appaltatore significa intervistare i candidati, confrontare i preventivi ed infine verificare i loro permessi, licenze e piani assicurativi.

Questo articolo vuole quindi offrire una guida per aiutarvi a selezionare ed assumere il professionista giusto per il vostro progetto.

In questa pagina vedremo:

  • Come assumere un appaltatore generale
    • Qualifiche
    • Suggerimenti per l’intervista e domande da porre
    • Costi
    • Contratti
  • Servizi offerti dagli appaltatori generali
    • Vale la pena assumere un appaltatore generale?

Come assumere un appaltatore generale

Prendete sempre il vostro tempo e fate le vostre ricerche quando assumete un appaltatore. Ecco alcuni consigli per aiutarvi in questa fase:

  • Ricercate dei candidati selezionati: Prima di intervistare i candidati, controllate le valutazioni e le recensioni online di…
Read More
Casa Consigli

Un architetto da assumere: come? Ecco le cose da sapere

post-image

Assumere un architetto significa trasformare i vostri sogni e le vostre idee in progetti che gli appaltatori possono utilizzare per iniziare i vostri piani, sia che stiate costruendo una nuova casa o solo apportando grandi modifiche a quella attuale. Gli architetti possono aiutarvi a capire se i vostri piani sono realistici e fornirvi idee ancora migliori di quelle che avete pensato in primo luogo. Trovare un architetto con le giuste qualifiche può sembrare difficile a volte. Invece di occuparsene da soli, rivolgetevi alla rete di professionisti che potete trovare su Ernesto.it.

Qualifiche di un architetto

Gli architetti sono professionisti qualificati che hanno trascorso anni a studiare codici di costruzione, interni o design esterno, e integrità strutturale. Gli architetti richiedono un’istruzione più formale di molti altri professionisti. Come minimo, un architetto deve possedere una laurea in architettura ed…

Read More
Casa Consigli

Arredatore d’interni: ecco gli step da seguire per assumerlo

post-image

Se volete rimodellare o rinnovare la vostra casa o anche solo una stanza della vostra casa, un arredatore d’interni è il professionista di cui avete bisogno. Non c’è bisogno di preoccuparsi perché vi aiuterà a mantenere lo spazio il più funzionale possibile e lo adatterà alle vostre esigenze. La maggior parte degli arredatori di interni di alta qualità ha almeno una laurea in architettura con una specializzazione in architettura di interni e allestimenti o in una materia simile. Inoltre, avere un’assicurazione di responsabilità civile, nonché un certificato albo professionale, è indispensabile. Quando sceglierai un arredatore d’interni con cui lavorare, assicurati di chiedere delle referenze. Su Ernesto.it troverai il professionista ideale per il tuo progetto di arredamento o ristrutturazione.

Primo step per assumere un arredatore d’interni: verificare le qualifiche

L’assunzione di un arredatore di interni dovrebbe iniziare con la verifica delle sue…

Read More
Casa Consigli

Come assumere un giardiniere per il tuo prato

post-image

Se vuoi migliorare l’aspetto del tuo paesaggio evitando il fastidio di fare il lavoro pesante da solo, dovresti prendere in considerazione l’idea di assumere un giardiniere professionista. Quest’ultimo metterà in pratica tutte le tue esigenze paesaggistiche. I giardinieri possono migliorare e rinnovare gli esterni della tua casa, rispondere a qualsiasi domanda sul giardinaggio, svolgere il loro lavoro con strumenti e attrezzature moderne, rendere più sicuro il tuo giardino. Per essere un giardiniere di alta qualità è necessario avere esperienza sul campo, un attestato di corsi di formazione, laurea in agraria o botanica. Inoltre, avere un attestato di idoneità a norma di legge e un’assicurazione di responsabilità civile, nonché un permesso di lavoro, sono indispensabili. Per assumere un ipotetico giardiniere è raccomandabile verificare l’esperienza specifica al lavoro richiesto e il tempo che impiegherà per completarlo. Ernesto.it è disponibile ad assistervi nella ricerca del miglior giardiniere per la tua…

Read More
Casa Consigli

Quanti fili elettrici può contenere un tubo protettivo?

post-image

Quando non è proprio possibile utilizzare cavi non metallici, bisogna trovare un modo per proteggere i cavi elettrici da qualsiasi tipo di esposizione. In questo caso, una giusta soluzione è fornita dal tubo protettivo.

I tubi protettivi, che è possibile trovare in diversi materiali come il metallo rigido (TBR), la plastica rigida (PVC) o il metallo flessibile (TMF), presentano però il limite della quantità di cavi elettrici che possono essere condotti al loro interno (ossia la capacità di riempimento).

Definire e limitare il numero di fili conduttori è una questione di sicurezza: in effetti, se i fili elettrici trasportassero più corrente rispetto a quella concessa, il rischio che il calore generato possa fondere l’isolamento dei fili elettrici diventa molto elevato. Quindi limitare il numero di fili presenti in un tubo protettivo limita la possibilità che si accumuli calore -…

Read More
Casa Consigli

Corrispondenza tra le dimensioni dei cavi elettrici e l’amperaggio del circuito

post-image

Quando viene ampliato un circuito elettrico o quando ne viene rifatto il camblaggio o ancora quando ne viene installato uno nuovo, è fondamentale verificare che i cavi siano adattati all’amperaggio (ovvero l’intensità della corrente elettrica) del circuito. Infatti, per evitare che l’elevato calore prodotto possa fondere i cavi e causare incendi, è necessario che – all’aumentare dell’amperaggio del circuito – i cavi abbiano uno spessore maggiore.

La giusta misura del circuito, indicata dall’amperaggio, è determinata da diversi fattori, come ad esempio dal carico previsto sul circuito, dal numero di prese o di apparecchi di illuminazione ad esso collegati e dalla lunghezza del circuito.

Una volta adeguato l’amperaggio del circuito, è fondamentale adattare lo spessore dei cavi utilizzati all’amperaggio dell’interruttore.

Dimensione dei cavi

Se almeno una volta hai acquistato cavi elettrici, avrai notato la…

Read More
Translate