Consigli Stile di Vita

Yoga: la storia, la filosofia e curiosità

yoga natura

Lo yoga è una pratica di mente e corpo con una storia risalente alla filosofia indiana antica lunga 5.000 anni, in cui vengono combinate posture fisiche, tecniche di respirazione e meditazione o rilassamento.

Negli ultimi anni, è diventato popolare come forma di esercizio fisico basata su posture che promuovono un migliore controllo della mente e del corpo e migliorano il benessere.

Storia dello yoga

Nel corso dei cinque millenni, gli yogi hanno trasmesso la disciplina ai loro studenti e molte scuole di yoga diverse si sono sviluppate man mano che la pratica ha ampliato la sua portata globale e la sua popolarità.

I praticanti di yoga maschili sono conosciuti come yogi, e le praticanti di yoga femminili sono chiamate yogini.

Lo “Yoga Sutra”, un trattato di 2000 anni sulla filosofia yogica del saggio indiano Patanjali, è una guida su come padroneggiare la mente, controllare le emozioni e crescere spiritualmente. Lo Yoga Sutra è la più antica testimonianza scritta di yoga e uno dei testi più antichi esistenti. Fornisce il quadro di riferimento per tutto la pratica moderna.

Oggi lo yoga è conosciuto per le sue posture e i suoi atteggiamenti, ma non erano una parte fondamentale delle tradizioni yoga originali in India. Infatti, il fitness non è l’obiettivo primario, piuttosto i praticanti si concentrano su altre pratiche, come l’espansione dell’energia spirituale attraverso la respirazione e la concentrazione mentale.

Filosofia dello yoga

Per trasmettere il suo messaggio spirituale e le sessioni di guida, lo yoga usa spesso le immagini di un albero con radici, un tronco, rami, fiori e frutti. Ogni “ramo” dello yoga rappresenta un focus e un insieme di caratteristiche diverse.

yoga posizione loto

I sei rami sono:

  • Hatha: è il ramo fisico e mentale progettato per innescare il corpo e la mente.
  • Raja: è il ramo della meditazione e la stretta osservanza di una serie di passi disciplinari conosciuti come gli “otto arti” dello yoga.
  • Karma: è un percorso di servizio che mira a creare un futuro libero da negatività ed egoismo.
  • Bhakti: mira a stabilire il percorso della devozione, un modo positivo per canalizzare le emozioni e coltivare l’accettazione e la tolleranza.
  • Jnana: è il ramo della saggezza, il percorso dello studioso e lo sviluppo dell’intelletto attraverso lo studio.
  • Tantra: questo è il percorso del rituale, della cerimonia o della consumazione di una relazione.

Chakra

I chakra sono punti centrali dell’energia, dei pensieri, dei sentimenti e del corpo fisico. Secondo gli insegnanti di yoga, i chakra determinano il modo in cui le persone sperimentano la realtà attraverso reazioni emotive, desideri o avversioni, livelli di fiducia o paura. Quando l’energia viene bloccata in un chakra, si dice che inneschi squilibri fisici, mentali o emotivi che si manifestano in sintomi come ansia o cattiva digestione.

Le asana sono le molte posizioni fisiche nell’Hatha Yoga. Le persone che praticano lo yoga usano le asana per liberare energia e stimolare un chakra squilibrato.

Ci sono sette chakra principali, ognuno con il proprio obiettivo:

  • Sahasrara: Il chakra “mille petali” o “corona” rappresenta lo stato di pura coscienza. Il Sahasrara coinvolge questioni di saggezza interiore e di morte fisica.
  • Ajna: Il “comando” o “chakra del terzo occhio” è un punto d’incontro tra due importanti flussi energetici nel corpo. Il chakra ajna si riferisce alla ghiandola pituitaria, che guida la crescita e lo sviluppo.
  • Vishuddha: Il colore rosso o blu rappresenta il chakra “particolarmente puro” o “gola”. I praticanti considerano questo chakra come la casa del linguaggio, dell’udito e del metabolismo.
  • Anahata: Le questioni chiave includono emozioni complesse, compassione, tenerezza, amore incondizionato, equilibrio, rifiuto e benessere.
  • Manipura: Il giallo rappresenta la “città gioiello” o chakra “ombelico”. I praticanti collegano questo chakra con il sistema digestivo, così come il potere personale, la paura, l’ansia, lo sviluppo di opinioni e le tendenze verso una personalità introversa.
  • Svadhishthana: I praticanti sostengono che il “proprio chakra di base” o “pelvico” è la sede degli organi riproduttivi, del sistema genitourinario e della ghiandola surrenale.
  • Muladhara: Il “supporto della radice” o “chakra della radice” è alla base della colonna vertebrale nella regione coccigea.

Rischi ed effetti collaterali

Lo yoga è una pratica sicura quando un istruttore ben addestrato guida la pratica. Le lesioni dovute allo yoga non sono frequenti per continuare la pratica, e le lesioni gravi dovute allo yoga sono rare.

Chiunque sia incinta o soffra di una condizione medica continuativa, come la pressione alta, il glaucoma o la sciatica, dovrebbe parlare con il proprio medico prima di praticare yoga. Potrebbe essere necessario modificare o evitare alcune pose yoga.

I principianti devono evitare le pose estreme e le tecniche difficili, come la posizione del capo, la posizione del loto e la respirazione forzata.

Quando si usa lo yoga per gestire una condizione, non sostituite le cure mediche convenzionali con lo yoga e non rimandate la visita di un operatore sanitario per il dolore o per qualsiasi altro problema medico.

yoga patio oceano

Per altri consigli utili e molto altro, continua a seguire il nostro blog.

Se sei in cerca di un professionista puoi trovarlo su Ernesto

Ernesto preventivi gratuiti

You may also like

Casa Consigli

Impresa di costruzioni: cinque errori da non fare

post-image

Se vi state preparando per una grande ristrutturazione della casa, siate pronti a prendere centinaia di decisioni, dal definire la pianta alla scelta dei colori della vernice. Tuttavia, nessuna scelta è più importante di quella dell’impresa di costruzioni giusta per il lavoro.

Nove volte su dieci i progetti di ristrutturazione non raggiungono i risultati previsti: le motivazioni possono essere ricondotte a un problema tra i proprietari di casa e l’impresa costruttrice.

Per evitare questo destino nella ristrutturazione, fate attenzione a non compiere questi cinque errori nell’assunzione dell’impresa di costruzioni.

Errore #1: scegliere la prima impresa di costruzioni che si incontra

È un come un appuntamento: non si sposa la prima persona che si incontra, nonostante questa possa sembrare perfetta. Per una ristrutturazione importante pianificate di consultare cinque o sei imprese di persona. Potrebbe sembrarvi…

Read More
Consigli

Ditta di costruzioni: come sceglierla? 15 domande che prevengono le frodi e assicurano la soddisfazione

post-image

Sapete che assumere una ditta di costruzioni qualificata è una delle parti più importanti per iniziare un nuovo progetto di casa? Dei professionisti affidabili con una buona reputazione ed esperienza possono fare una grande differenza. Ma quali sono le domande più importanti da porre durante il colloquio e come si valuta la qualità di una risposta? La consultazione di esperti del settore ha consentito di creare un elenco definitivo di domande che vi aiuterà a imparare tutto ciò che c’è da sapere per scegliere con attenzione il professionista giusto per il lavoro – e per evitare i più comuni problemi di costruzione.

#1 “Da quanto tempo la ditta è in questo settore?”

Le ditte di costruzioni che operano da anni hanno incontrato molti problemi di crescita. Per questo motivo, le aziende con esperienza hanno creato sistemi e controlli per assicurare che…

Read More
Casa Consigli

Come assumere un appaltatore generale

post-image

Gli appaltatori generali organizzano ed eseguono grandi progetti di ristrutturazione, per questo motivo è fondamentale trovare quello giusto. Assumere un appaltatore significa intervistare i candidati, confrontare i preventivi ed infine verificare i loro permessi, licenze e piani assicurativi.

Questo articolo vuole quindi offrire una guida per aiutarvi a selezionare ed assumere il professionista giusto per il vostro progetto.

In questa pagina vedremo:

  • Come assumere un appaltatore generale
    • Qualifiche
    • Suggerimenti per l’intervista e domande da porre
    • Costi
    • Contratti
  • Servizi offerti dagli appaltatori generali
    • Vale la pena assumere un appaltatore generale?

Come assumere un appaltatore generale

Prendete sempre il vostro tempo e fate le vostre ricerche quando assumete un appaltatore. Ecco alcuni consigli per aiutarvi in questa fase:

  • Ricercate dei candidati selezionati: Prima di intervistare i candidati, controllate le valutazioni e le recensioni online di…
Read More
Casa Consigli

Un architetto da assumere: come? Ecco le cose da sapere

post-image

Assumere un architetto significa trasformare i vostri sogni e le vostre idee in progetti che gli appaltatori possono utilizzare per iniziare i vostri piani, sia che stiate costruendo una nuova casa o solo apportando grandi modifiche a quella attuale. Gli architetti possono aiutarvi a capire se i vostri piani sono realistici e fornirvi idee ancora migliori di quelle che avete pensato in primo luogo. Trovare un architetto con le giuste qualifiche può sembrare difficile a volte. Invece di occuparsene da soli, rivolgetevi alla rete di professionisti che potete trovare su Ernesto.it.

Qualifiche di un architetto

Gli architetti sono professionisti qualificati che hanno trascorso anni a studiare codici di costruzione, interni o design esterno, e integrità strutturale. Gli architetti richiedono un’istruzione più formale di molti altri professionisti. Come minimo, un architetto deve possedere una laurea in architettura ed…

Read More
Casa Consigli

Arredatore d’interni: ecco gli step da seguire per assumerlo

post-image

Se volete rimodellare o rinnovare la vostra casa o anche solo una stanza della vostra casa, un arredatore d’interni è il professionista di cui avete bisogno. Non c’è bisogno di preoccuparsi perché vi aiuterà a mantenere lo spazio il più funzionale possibile e lo adatterà alle vostre esigenze. La maggior parte degli arredatori di interni di alta qualità ha almeno una laurea in architettura con una specializzazione in architettura di interni e allestimenti o in una materia simile. Inoltre, avere un’assicurazione di responsabilità civile, nonché un certificato albo professionale, è indispensabile. Quando sceglierai un arredatore d’interni con cui lavorare, assicurati di chiedere delle referenze. Su Ernesto.it troverai il professionista ideale per il tuo progetto di arredamento o ristrutturazione.

Primo step per assumere un arredatore d’interni: verificare le qualifiche

L’assunzione di un arredatore di interni dovrebbe iniziare con la verifica delle sue…

Read More
Casa Consigli

Come assumere un giardiniere per il tuo prato

post-image

Se vuoi migliorare l’aspetto del tuo paesaggio evitando il fastidio di fare il lavoro pesante da solo, dovresti prendere in considerazione l’idea di assumere un giardiniere professionista. Quest’ultimo metterà in pratica tutte le tue esigenze paesaggistiche. I giardinieri possono migliorare e rinnovare gli esterni della tua casa, rispondere a qualsiasi domanda sul giardinaggio, svolgere il loro lavoro con strumenti e attrezzature moderne, rendere più sicuro il tuo giardino. Per essere un giardiniere di alta qualità è necessario avere esperienza sul campo, un attestato di corsi di formazione, laurea in agraria o botanica. Inoltre, avere un attestato di idoneità a norma di legge e un’assicurazione di responsabilità civile, nonché un permesso di lavoro, sono indispensabili. Per assumere un ipotetico giardiniere è raccomandabile verificare l’esperienza specifica al lavoro richiesto e il tempo che impiegherà per completarlo. Ernesto.it è disponibile ad assistervi nella ricerca del miglior giardiniere per la tua…

Read More
Casa Consigli

Quanti fili elettrici può contenere un tubo protettivo?

post-image

Quando non è proprio possibile utilizzare cavi non metallici, bisogna trovare un modo per proteggere i cavi elettrici da qualsiasi tipo di esposizione. In questo caso, una giusta soluzione è fornita dal tubo protettivo.

I tubi protettivi, che è possibile trovare in diversi materiali come il metallo rigido (TBR), la plastica rigida (PVC) o il metallo flessibile (TMF), presentano però il limite della quantità di cavi elettrici che possono essere condotti al loro interno (ossia la capacità di riempimento).

Definire e limitare il numero di fili conduttori è una questione di sicurezza: in effetti, se i fili elettrici trasportassero più corrente rispetto a quella concessa, il rischio che il calore generato possa fondere l’isolamento dei fili elettrici diventa molto elevato. Quindi limitare il numero di fili presenti in un tubo protettivo limita la possibilità che si accumuli calore -…

Read More
Casa Consigli

Corrispondenza tra le dimensioni dei cavi elettrici e l’amperaggio del circuito

post-image

Quando viene ampliato un circuito elettrico o quando ne viene rifatto il camblaggio o ancora quando ne viene installato uno nuovo, è fondamentale verificare che i cavi siano adattati all’amperaggio (ovvero l’intensità della corrente elettrica) del circuito. Infatti, per evitare che l’elevato calore prodotto possa fondere i cavi e causare incendi, è necessario che – all’aumentare dell’amperaggio del circuito – i cavi abbiano uno spessore maggiore.

La giusta misura del circuito, indicata dall’amperaggio, è determinata da diversi fattori, come ad esempio dal carico previsto sul circuito, dal numero di prese o di apparecchi di illuminazione ad esso collegati e dalla lunghezza del circuito.

Una volta adeguato l’amperaggio del circuito, è fondamentale adattare lo spessore dei cavi utilizzati all’amperaggio dell’interruttore.

Dimensione dei cavi

Se almeno una volta hai acquistato cavi elettrici, avrai notato la…

Read More
Translate