Stile di Vita

Maradona: morte naturale o omicidio?

Addio Maradona

Mercoledì 25 novembre all’età di 60 anni, è morto Diego Armando Maradona, provocando un’ondata di dolore globale. La sua morte ha anche innescato un’indagine della polizia dopo le affermazioni dell’avvocato riguardanti i tempi prolungati prima dell’arrivo dei servizi di emergenza, presso la casa del campione argentino a Buenos Aires.

Ricostruzione della vicenda

Luogo della morte

Al momento della sua morte, Maradona si stava riprendendo in una casa in affitto alla periferia di Buenos Aires dopo aver subito un intervento chirurgico il 3 novembre per curare un coagulo di sangue nel cervello. Gli indirizzi presi di mira domenica erano lo studio del medico a Belgrano, un quartiere esclusivo a nord di Buenos Aires, e la sua casa ad Adrogué, a sud della capitale.

Luque, medico di Maradona

Il quotidiano Clarín ha detto che un Luque “arrabbiato, irrequieto e volubile” si è rivolto ai giornalisti domenica pomeriggio dopo che la polizia aveva lasciato la sua casa dopo una ricerca di tre ore. “Mi sento malissimo perché il mio amico è morto”, queste le parole del medico, prima di aggiungere: “Non sono il responsabile di tutto questo”. “So cosa ho fatto con Diego e so come l’ho fatto. Posso spiegare tutto. Sono assolutamente certo di aver fatto il meglio che si sarebbe potuto fare per Diego”, ha aggiunto Luque, secondo il sito di notizie argentino Infobae.

Luque, che secondo quanto riferito è scoppiato in lacrime mentre parlava con i giornalisti, ha detto di essere rimasto sorpreso dalla decisione di perquisire le sue proprietà, portando via documenti tra cui la storia medica del calciatore. Secondo quanto riferito, è stato Luque, il medico di Maradona dal 2016, a chiamare i servizi di emergenza a casa del giocatore mercoledì dopo che Maradona ha subito un apparente attacco di cuore. Luque ha detto a Clarín, noto giornale argentino, che il suo rapporto con il calciatore notoriamente tempestoso era stato come “quello di un padre e un figlio, un padre ribelle”. L’ufficio del pubblico ministero non ha fornito informazioni su ciò che ha spinto le indagini.

prima squadra maradona

L’avvocato di Maradona chiede un’indagine

L’avvocato di Maradona, Matias Morla, giovedì ha detto che avrebbe chiesto un’indagine completa sulle circostanze della morte del calciatore, criticando quella che ha detto essere una risposta lenta da parte dei servizi di emergenza. “L’ambulanza ha impiegato più di mezz’ora per arrivare, il che è stata un’idiozia criminale”, ha detto Matias giovedì in un post su Twitter.

Indagini in corso…

Una fonte del sistema giudiziario ha detto al quotidiano “La Nación” che gli investigatori hanno ritenuto necessarie le ricerche dopo aver raccolto “prove” non specifiche. “Se le irregolarità nell’assistenza medica domiciliare di Maradona dovessero essere confermate, potremmo considerare il crimine di omicidio colposo”, ha aggiunto la fonte. Un’altra fonte ha detto al giornale: “Poiché Luque era il medico personale di Maradona, è stata presa la decisione di perquisire la sua casa e indagare sul suo intervento chirurgico alla ricerca di documenti che potessero determinare se ci fossero irregolarità nel suo trattamento a casa”.

Rapporto medico falsato

Un’infermiera che lavorava per Maradona ha detto agli investigatori di aver mentito sull’essere entrata nella sua camera da letto la mattina in cui è morto. In un rapporto al loro datore di lavoro, la ditta medica privata “Medidom”, l’infermiera che era stata in servizio notturno ha detto alle 6.30 che Maradona respirava normalmente. L’infermiera che è subentrata ha detto di aver sentito Maradona usare il bagno alle 7:30 ma non è entrata nella sua stanza. Ha poi affermato di aver provato a controllare i segni vitali di Maradona alle 9:20 ma lui ha rifiutato. Tuttavia, si afferma che non lo abbia controllato, ma che sia stata “costretta a mentire” per il rapporto.

Gli investigatori hanno detto: “Ciò che la testimone ha aggiunto è che le è stato chiesto di scrivere in un rapporto per Medidom che aveva cercato di monitorare i segni vitali di Maradona quando la realtà è che lo ha lasciato riposare”.

Napoli e Maradona

Medidom sotto accusa

L’infermiera ha detto che quando ha visto Maradona a mezzogiorno non ha risposto e gli ha dato la rianimazione bocca a bocca. Medidom non ha risposto alle richieste. Anche il ministro della sanità inizialmente temeva che la star del calcio fosse stata “assassinata” e paragonò la sua morte a un famoso mistero argentino. Il ministro ha detto ai primi medici di rispondere alla chiamata e di chiamare i pubblici ministeri e la polizia. “Non vogliamo un altro caso di Garcia Belsunce”, queste le parole del ministro in riferimento all’omicidio irrisolto della sociologa argentina Maria Marta la cui morte fu inizialmente trattata come un incidente quando fu trovata morta nella sua vasca da bagno.

Se ti è piaciuto il nostro articolo, continua a seguire il nostro Blog.

Se invece hai bisogno di un professionista per la tua casa, clicca qui.

Ernesto preventivi gratuiti

You may also like

Casa Consigli

Interruttore elettrico danneggiato, quando sostituirlo

post-image

Quando l’interruttore elettrico è danneggiato spesso occorre necessariamente sostituirlo al fine di evitare problemi peggiori.

Un interruttore elettrico è un dispositivo meccanico con parti mobili che viene utilizzato spesso ogni giorno, non a caso è relativamente semplice che questi possano essere facilmente danneggiati o che questo debba essere sostituito.

I primi segni di difficoltà sono:

  • Quando l’interruttore inizia a comportarsi in modo anomalo;
  • Crepitio, uno scatto o uno schiocco udibile quando si gira la leva.

Esperienze comuni:

Se si porta la leva di un interruttore della luce in posizione ON, il proiettore lampeggia momentaneamente prima di accendersi.

Spesso indica che le parti metalliche all’interno dell’interruttore si stanno consumando e che i suoi contatti non riescono ad effettuare i collegamenti necessari per completare il percorso elettrico e permettere alla luce…

Read More
Consigli

Come rimuovere un interruttore elettrico in modo sicuro

post-image

Rimuovere un interruttore elettrico dal pannello di casa è un lavoro semplice che richiede solo pochi minuti e attrezzatura facilmente reperibile.

Cosa vi serve:

  • Attrezzatura e strumenti vari;
  • Trapano (opzionale);
  • Cacciaviti.

Da cosa è composto un interruttore e pannello di servizio?

Un pannello di servizio domestico ha un interruttore principale, di solito situato nella parte superiore (ma a volte anche in quella inferiore o laterale), e due colonne di interruttori di derivazione. Ogni interruttore di derivazione controlla un circuito domestico. L’interruttore principale controlla l’alimentazione di tutti gli interruttori di derivazione. Esso agisce come un interruttore per attivare o disattivare le due sbarre in cui gli interruttori di derivazione si agganciano per accendersi. 

L’interruttore principale stesso riceve l’alimentazione da due cavi elettrici caldi che entrano dall’alto o dal basso del pannello di servizio (c’è anche…

Read More
Consigli

Costo dei lavori idraulici: ecco come ridurlo

post-image

Gli idraulici sono professionisti che hanno una formazione adeguata ad ottenere i requisiti necessari per svolgere il loro mestiere. Per questo motivo il costo dei lavori idraulici può essere molto alto. 

Questa premessa, però, non deve spaventarvi perché non è detto che sostituire o riparare l’impianto idraulico debba comportare prezzi astronomici. Esistono molti metodi che potrete applicare per contenere questo tipo di spese.

Pianificare le ristrutturazioni idrauliche

Il primo suggerimento per contenere il costo dei lavori idraulici è quello di programmarle. Sebbene a volte possiate avere delle emergenze, cercate di limitare le chiamate di pronto intervento ai casi in cui non potete farne a meno. Gli idraulici di emergenza, che possono arrivare anche entro meno di un’ora, sono soliti chiedere compensi maggiorati. 

La cosa più corretta da fare sarebbe, invece, programmare ogni tipo di ristrutturazione idraulica…

Read More
Consigli

I segreti degli idraulici che loro non vi diranno

post-image

Ci sono molti accorgimenti che i proprietari di casa possono mettere in atto per non danneggiare le tubature ed evitare di dover ricorrere all’intervento di un professionista. 
Questi sono cinque piccoli segreti degli idraulici che dovreste sapere e che probabilmente loro non vi diranno perché preziosi trucchi del mestiere.

Proteggete i tubi 

Il primo tra i segreti degli idraulici che tratteremo riguarda i vostri tubi. Proteggerli è un’attività fondamentale per non avere costose perdite di acqua che potrebbe causare danni alle cose, ma soprattutto farvi arrivare bollette da capogiro.

Iniziate, quindi, a capire cosa cercare quando una tubatura perde. La prima cosa da sapere è che le tubature spesso perdono vicino alle giunture quindi prestate attenzione a: 

  • Punti del pavimento bagnati; 
  • Macchie di acqua sul soffitto;
  • Muffa su pareti o pavimenti; 
  • Terra umida intorno alla casa (se avete un…
Read More
Casa Consigli

Gli errori idraulici più comuni tra gli amanti del fai-da-te

post-image

Risolvere problemi idraulici in casa è un’attività che molte persone decidono di svolgere in autonomia. In questo modo è possibile risparmiare denaro e divertirsi armeggiando in casa, potrete, però, incorrere in alcuni tra gli errori idraulici più comuni.

Compiere errori idraulici può costarvi molto caro e, per questo, è importante conoscere le insidie del vostro progetto. Comprenderle vi permetterà di prendervi cura della vostra casa senza causare danni.

Scopriamo, dunque, quali sono i 5 errori idraulici più comuni che i proprietari di casa sono soliti fare.

1) Uso di detergenti chimici

Molti amanti del fai-da-te compiono l’errore di usare ingenti quantità di detergenti liquidi per disgorgare lo scarico. Questo tipo di prodotti chimici sembra miracoloso per liberare i tubi di scarico. In realtà, potrebbe corrodere le vostre tubature se sono zincate.

Casa Consigli

Plastica: 10 modi per riutilizzarla a casa

post-image

Ogni giorno nel mondo vengono gettate milioni e milioni di bottiglie di plastica. Gli esempi sono numerosi, dalle bottiglie d’acqua al detersivo per bucato. La nostra dipendenza da loro rende il riciclaggio e il riutilizzo delle bottiglie di plastica essenziali per la salute del pianeta.

Quindi cosa possiamo fare?

Completare abili progetti fai-da-te è un ottimo modo per ridurre al minimo l’impatto ambientale e persino risparmiare denaro. Dai un’occhiata alla nostra lista di 10 progetti creativi per riutilizzare e riciclare bottiglie di plastica vuote e mettersi al lavoro.

1. Crea tazze portapenne con bottiglie di plastica riciclate.

Gli uffici sono uno dei principali contributori all’aumento della plastica nelle discariche. Quindi, dopo aver consumato una qualsiasi bevanda, non gettare via la bottiglia. Prepara bicchieri di plastica per contenere penne…

Read More
Casa Consigli

Creazioni Natalizie: 5 semplici e divertenti da fare con il vostro bambino

post-image

Questi cinque semplici e divertenti lavoretti di natale faranno piacere a qualsiasi bambino

Il Natale è davvero tutto per i bambini. I single e le coppie sposate senza figli possono godersi un drink tranquillo intorno all’albero e un paio di regali scambiati, ma se non si hanno figli, non si vive davvero la gioia del Natale. Vedere i loro occhi illuminarsi intorno alle festività natalizie è una delle più grandi gioie che la vita ha da offrire a genitori, zii, nonni e persino alla babysitter occasionale. Queste cinque semplici creazioni natalizie faranno piacere a qualsiasi bambino, da quelli che hanno appena iniziato la scuola materna ai bambini che stanno diventando un po’ troppo grandi per credere a Babbo Natale.

Pupazzetti di carta

Un sacchetto di carta marrone può diventare una renna molto rapidamente. Bastano un…

Read More
Casa Consigli

Il pane fatto in casa, una bontà irrinunciabile

post-image

Questi ultimi mesi, con la necessità di restare a casa per contrastare il diffondersi del Covid, hanno consentito a ciascuno di noi di migliorare le nostre capacità in cucina e sperimentare nuove pietanze. Una delle preparazioni più diffuse è sicuramente il pane in casa.

Importante per la buona riuscita della preparazione è la pianificazione sia dei tempi di lievitazione, che degli ingredienti, ma sicuramente ne vale la pena. Vi occorreranno solo 4 ingredienti: farina, acqua, lievito e sale.

Infatti, è davvero un processo semplice, ed una volta che l’avrete provato, in poco tempo sarete anche voi degli esperti di panificazione!

Come fare il pane fatto in casa

Il primo consiglio: utilizzate del buon lievito! Se il vostro lievito è vecchio, il vostro pane non va da nessuna parte. Per fare ciò è utile…

Read More
Translate