Stile di Vita

Kobe Bryant: Esempio Di Auto-Perfezionismo

nba kobe bryant

Uno sguardo al personaggio di Kobe Bryant – il giocatore che ha lavorato più duramente nel basket

Kobe Bryant: Il giocatore

Kobe Bryant è stato 5 volte campione NBA, 2 volte MVP delle finali NBA, 2008 NBA MVP, 18 volte NBA All-Star, 3 volte NBA All-Star Game MVP, 2 volte campione del punteggio, 15 volte membro del team All-NBA, 10 volte membro del team All-Defensive, ma non sono stati i suoi successi ad averlo contraddistinto nel palcoscenico iper competitivo dell’NBA: è stato il suo carattere.

Prova ne sia che, una volta indicato da Michael Jordan, ad oggi pressochè unanimemente individuato come GOAT (greatiest of all time), tra i primi dieci giocatori di tutti i tempi, Kobe Bryant rispose in un articolo di Yahoo Sports affermando: “Quella roba non mi arriva. Non puoi motivarmi o portarmi in un posto in cui non mi trovo già”. Questa sua affermazione non derivava certo da una potenziale ingratitudine del giocatore, che ha subito aggiunto: “Si entra in un territorio in cui solo pochi eletti sono mai stati. Lo capisco. Questo è ciò che è speciale per me, che sono così fortunato ad avere questa opportunità. Quindi, provo semplicemente a sfruttarla al meglio. “

The Black Mamba

Alla domanda su come avrebbe voluto essere ricordato, Kobe dichiarò: “Spero che mi ricordino come una persona che ha anteposto tutto ciò che doveva fare per vincere sopra ogni altra cosa. Sopra ogni cosa. Statistiche comprese. (…) Se dicono questo di me sarò felice”.

Quel “Killer Instinct” attribuito a Kobe, tanto da valergli il soprannome “The Black Mamba”, non nasceva infatti dai campionati, o dai titoli MVP vinti, ma dalla tempra del suo carattere, dal suo DNA. Questo impulso lo porta ad una costante ricerca del superamento dei propri limiti, si percepisce in ogni fase della sua carriera cestistica, che lo porta anche di fronte a un avversario fisicamente in grado di sovrastarlo come LeBron James a trovare un modo di far uscire un tiro così alto sopra la sua testa che il cameraman deve regolare la visuale. Ed è canestro.

Quel desiderio di inseguire costantemente quell’obiettivo di vincere non nasce da un bisogno, o anche per essere all’altezza del suo potenziale. Viene fuori da come è costruito un uomo. Fortunatamente per i fan dei Lakers, non solo quest’uomo è stato costruito con un sacco di queste cose, ma era anche un giocatore di basket di talento.

Kobe Bryant Lakers

Mamba Mentality

Negli ultimi anni, Kobe Bryant non è stato necessariamente l’atleta più talentuoso, il più veloce, il più forte o anche il più composto. Ma ha sempre trovato un modo per vincere, ripetutamente. Questo perché mentre Stephon Marbury cantava e ballava in webcam, o Allen Iverson stava pensando di giocare in Turchia per evitare di prendere un ruolo in panchina, Kobe si stava adattando. È riuscito a prendere il talento con cui è stato benedetto e combinarlo con la sua motivazione senza precedenti, il duro lavoro e ha trovato un modo per vincere. Ancora e ancora.

Il ginocchio, la caviglia, il dito, tutti gli infortuni che avrebbero messo da parte qualsiasi altro giocatore del campionato, per Kobe sono stati l’ennesima sfida da affrontare. Invece di cercare rigidamente di preservare i suoi “giorni d’oro” di guida al canestro per posterizzare schiacciate, ha accettato i suoi deficit legati all’età e ha sviluppato uno dei migliori tiri in sospensione del gioco. Si è concentrato sul suo ruolo di facilitatore. Rimbalzi, assist e difesa continua.

La spinta e la motivazione di Kobe, o come oramai amiamo chiamarla, la “mamba mentality” è il motivo per cui è stato in grado di adattarsi al gioco, sia a livello individuale che di squadra. Quando era più giovane, era una star che cercava di brillare, voleva il controllo. Voleva fare lui il tiro e far girare così l’attacco intorno a lui. Non riuscendoci però, questo bisogno di controllo lo lasciò frustrato. Si sarebbe potuto allora davvero biasimarlo, per questo? Non dobbiamo forse tutti attraversare una naturale evoluzione di comprensione dell’altruismo sulla strada verso la nostra maturità? Aveva il talento e voleva vincere, ma non capiva appieno il gioco del basket, che era il suo tallone d’Achille.

Kobe Bryant Murale

“Se non credi a te stesso, chi ci crederà?” – Kobe Bryant

Forse la visione più significativa del personaggio di Kobe Bryant è arrivata a metà dell’intervista a Yahoo Sports.

“Da bambino sono sempre stato a mio agio nel pensare che quando la mia carriera fosse finita, mi sarebbe piaciuto essere considerato come qualcuno che si è spinto a superare continuamente i propri limiti, nonostante il talento che ho”, ha detto Bryant. “Ciò significa che ho lavorato molto e ho spremuto ogni grammo di succo che potevo da quest’arancia“.

Non ha menzionato nulla su quanti titoli avrebbe vinto, o titoli MVP, ma ha fatto tutto ciò che poteva avere dall’opportunità che gli era stata data.

Fino all’ultimo ha cercato di migliorarsi e di superare i propri limiti, anche al termine della sua carriera, dedicandosi alle attività imprenditoriali nel frattempo avviate ed allo sviluppo dei giovani talenti nel basket, nell’ambito, neanche a dirlo, della sua “Mamba Academy”.

Se ti è piaciuto il nostro articolo, continua a seguire il nostro Blog.

Se invece hai bisogno di un professionista per la tua casa, clicca qui.

Ernesto preventivi gratuiti

You may also like

Casa Consigli

Interruttore elettrico danneggiato, quando sostituirlo

post-image

Quando l’interruttore elettrico è danneggiato spesso occorre necessariamente sostituirlo al fine di evitare problemi peggiori.

Un interruttore elettrico è un dispositivo meccanico con parti mobili che viene utilizzato spesso ogni giorno, non a caso è relativamente semplice che questi possano essere facilmente danneggiati o che questo debba essere sostituito.

I primi segni di difficoltà sono:

  • Quando l’interruttore inizia a comportarsi in modo anomalo;
  • Crepitio, uno scatto o uno schiocco udibile quando si gira la leva.

Esperienze comuni:

Se si porta la leva di un interruttore della luce in posizione ON, il proiettore lampeggia momentaneamente prima di accendersi.

Spesso indica che le parti metalliche all’interno dell’interruttore si stanno consumando e che i suoi contatti non riescono ad effettuare i collegamenti necessari per completare il percorso elettrico e permettere alla luce…

Read More
Consigli

Come rimuovere un interruttore elettrico in modo sicuro

post-image

Rimuovere un interruttore elettrico dal pannello di casa è un lavoro semplice che richiede solo pochi minuti e attrezzatura facilmente reperibile.

Cosa vi serve:

  • Attrezzatura e strumenti vari;
  • Trapano (opzionale);
  • Cacciaviti.

Da cosa è composto un interruttore e pannello di servizio?

Un pannello di servizio domestico ha un interruttore principale, di solito situato nella parte superiore (ma a volte anche in quella inferiore o laterale), e due colonne di interruttori di derivazione. Ogni interruttore di derivazione controlla un circuito domestico. L’interruttore principale controlla l’alimentazione di tutti gli interruttori di derivazione. Esso agisce come un interruttore per attivare o disattivare le due sbarre in cui gli interruttori di derivazione si agganciano per accendersi. 

L’interruttore principale stesso riceve l’alimentazione da due cavi elettrici caldi che entrano dall’alto o dal basso del pannello di servizio (c’è anche…

Read More
Consigli

Costo dei lavori idraulici: ecco come ridurlo

post-image

Gli idraulici sono professionisti che hanno una formazione adeguata ad ottenere i requisiti necessari per svolgere il loro mestiere. Per questo motivo il costo dei lavori idraulici può essere molto alto. 

Questa premessa, però, non deve spaventarvi perché non è detto che sostituire o riparare l’impianto idraulico debba comportare prezzi astronomici. Esistono molti metodi che potrete applicare per contenere questo tipo di spese.

Pianificare le ristrutturazioni idrauliche

Il primo suggerimento per contenere il costo dei lavori idraulici è quello di programmarle. Sebbene a volte possiate avere delle emergenze, cercate di limitare le chiamate di pronto intervento ai casi in cui non potete farne a meno. Gli idraulici di emergenza, che possono arrivare anche entro meno di un’ora, sono soliti chiedere compensi maggiorati. 

La cosa più corretta da fare sarebbe, invece, programmare ogni tipo di ristrutturazione idraulica…

Read More
Consigli

I segreti degli idraulici che loro non vi diranno

post-image

Ci sono molti accorgimenti che i proprietari di casa possono mettere in atto per non danneggiare le tubature ed evitare di dover ricorrere all’intervento di un professionista. 
Questi sono cinque piccoli segreti degli idraulici che dovreste sapere e che probabilmente loro non vi diranno perché preziosi trucchi del mestiere.

Proteggete i tubi 

Il primo tra i segreti degli idraulici che tratteremo riguarda i vostri tubi. Proteggerli è un’attività fondamentale per non avere costose perdite di acqua che potrebbe causare danni alle cose, ma soprattutto farvi arrivare bollette da capogiro.

Iniziate, quindi, a capire cosa cercare quando una tubatura perde. La prima cosa da sapere è che le tubature spesso perdono vicino alle giunture quindi prestate attenzione a: 

  • Punti del pavimento bagnati; 
  • Macchie di acqua sul soffitto;
  • Muffa su pareti o pavimenti; 
  • Terra umida intorno alla casa (se avete un…
Read More
Casa Consigli

Gli errori idraulici più comuni tra gli amanti del fai-da-te

post-image

Risolvere problemi idraulici in casa è un’attività che molte persone decidono di svolgere in autonomia. In questo modo è possibile risparmiare denaro e divertirsi armeggiando in casa, potrete, però, incorrere in alcuni tra gli errori idraulici più comuni.

Compiere errori idraulici può costarvi molto caro e, per questo, è importante conoscere le insidie del vostro progetto. Comprenderle vi permetterà di prendervi cura della vostra casa senza causare danni.

Scopriamo, dunque, quali sono i 5 errori idraulici più comuni che i proprietari di casa sono soliti fare.

1) Uso di detergenti chimici

Molti amanti del fai-da-te compiono l’errore di usare ingenti quantità di detergenti liquidi per disgorgare lo scarico. Questo tipo di prodotti chimici sembra miracoloso per liberare i tubi di scarico. In realtà, potrebbe corrodere le vostre tubature se sono zincate.

Casa Consigli

Plastica: 10 modi per riutilizzarla a casa

post-image

Ogni giorno nel mondo vengono gettate milioni e milioni di bottiglie di plastica. Gli esempi sono numerosi, dalle bottiglie d’acqua al detersivo per bucato. La nostra dipendenza da loro rende il riciclaggio e il riutilizzo delle bottiglie di plastica essenziali per la salute del pianeta.

Quindi cosa possiamo fare?

Completare abili progetti fai-da-te è un ottimo modo per ridurre al minimo l’impatto ambientale e persino risparmiare denaro. Dai un’occhiata alla nostra lista di 10 progetti creativi per riutilizzare e riciclare bottiglie di plastica vuote e mettersi al lavoro.

1. Crea tazze portapenne con bottiglie di plastica riciclate.

Gli uffici sono uno dei principali contributori all’aumento della plastica nelle discariche. Quindi, dopo aver consumato una qualsiasi bevanda, non gettare via la bottiglia. Prepara bicchieri di plastica per contenere penne…

Read More
Casa Consigli

Creazioni Natalizie: 5 semplici e divertenti da fare con il vostro bambino

post-image

Questi cinque semplici e divertenti lavoretti di natale faranno piacere a qualsiasi bambino

Il Natale è davvero tutto per i bambini. I single e le coppie sposate senza figli possono godersi un drink tranquillo intorno all’albero e un paio di regali scambiati, ma se non si hanno figli, non si vive davvero la gioia del Natale. Vedere i loro occhi illuminarsi intorno alle festività natalizie è una delle più grandi gioie che la vita ha da offrire a genitori, zii, nonni e persino alla babysitter occasionale. Queste cinque semplici creazioni natalizie faranno piacere a qualsiasi bambino, da quelli che hanno appena iniziato la scuola materna ai bambini che stanno diventando un po’ troppo grandi per credere a Babbo Natale.

Pupazzetti di carta

Un sacchetto di carta marrone può diventare una renna molto rapidamente. Bastano un…

Read More
Casa Consigli

Il pane fatto in casa, una bontà irrinunciabile

post-image

Questi ultimi mesi, con la necessità di restare a casa per contrastare il diffondersi del Covid, hanno consentito a ciascuno di noi di migliorare le nostre capacità in cucina e sperimentare nuove pietanze. Una delle preparazioni più diffuse è sicuramente il pane in casa.

Importante per la buona riuscita della preparazione è la pianificazione sia dei tempi di lievitazione, che degli ingredienti, ma sicuramente ne vale la pena. Vi occorreranno solo 4 ingredienti: farina, acqua, lievito e sale.

Infatti, è davvero un processo semplice, ed una volta che l’avrete provato, in poco tempo sarete anche voi degli esperti di panificazione!

Come fare il pane fatto in casa

Il primo consiglio: utilizzate del buon lievito! Se il vostro lievito è vecchio, il vostro pane non va da nessuna parte. Per fare ciò è utile…

Read More
Translate