Casa Consigli

9 motivi per cui le lampadine si bruciano troppo in fretta

lampadine ikea

Le lampadine non possono bruciare per sempre, e in realtà le lampadine a incandescenza hanno una durata di vita di circa 900 ore. Basandosi su un uso di otto ore al giorno, una lampadina dovrebbe durare circa quattro mesi. Le lampadine fluorescenti compatte dovrebbero durare molto di più, ma non è sempre così. Se avete sostituito le lampadine di recente e la durata di vita non sembra confermare gli standard del prodotto, la causa potrebbe essere nell’apparecchio stesso o addirittura nel circuito.

Curiosità sull’utilizzo delle lampadine

Accendere una lampadina invia una scossa di elettricità attraverso i filamenti che aumenta la probabilità di romperla rispetto alla corrente continua. Quindi se accendi e spegni frequentemente le luci, è probabile che tu stia riducendo la durata di vita della lampadina.

Alta tensione in casa

Se la tensione di alimentazione di casa tua è troppo alta, le lampadine in genere si consumano di più e si bruciano molto più velocemente. Puoi testare la tensione in una presa elettrica standard (120 volt), usando un multimetro o un tester di tensione ma assicurati di saperlo fare in modo sicuro perché la corrente sarà accesa. Se un test rivela una tensione superiore a 125 volt, fai dare un’occhiata al problema da un elettricista o contatta il tuo fornitore di servizi elettrici per delle raccomandazioni.

Vibrazioni eccessive del dispositivo

Un’altra causa di bruciatura delle lampadine è l’eccessiva vibrazione dell’apparecchio. Ne è un esempio un ventilatore da soffitto con una lampada. Quando la pala di un ventilatore si sbilancia, il ventilatore comincia a tremare, e la vibrazione scuote il filamento della lampadina accorciandone la vita. Lo stesso problema è comune con le lampadine degli apriporta dei garage. Tuttavia, per correggere questo problema, si possono provare delle lampadine composte da filamenti più pesanti che le permettono di resistere meglio alle vibrazioni.

Linguetta della presa depressa

lampadine fluorescenti compatte

La piccola linguetta di metallo nella parte inferiore di un portalampada è la connessione “calda” che fornisce la corrente elettrica alla lampadina (il metallo filettato circostante è la connessione neutra). Se la linguetta nella parte inferiore della presa viene spinta troppo in basso, può non riuscire a fare contatto con la lampadina. Il problema qui non è che la lampadina si è bruciata, ma che non fa più contatto elettrico con la presa.

Per rimediare, scollegate la lampada o spegnete l’apparecchio, poi usate un bastoncino di legno per piegare la linguetta verso l’alto di circa 0,30 cm. Poi riavvita la lampadina e vedi se funziona.

Questa riparazione potrebbe non essere possibile con vecchie prese, dove la linguetta di metallo è fragile o ha perso del tutto la molla. In questo caso, la soluzione migliore è sostituire la presa della lampadina o l’intero impianto di illuminazione.

Uso scorretto delle lampadine

Anche se hanno la reputazione di durare più a lungo delle lampadine a incandescenza, le lampadine fluorescenti compatte sono famose per andare a male prima del tempo stimato. Sono comunemente pubblicizzate per avere una durata di vita di circa 10.000 ore, ma se avete provato qualcuna di queste, sapete che in molti casi questo numero è grossolanamente esagerato. La durata di vita di queste lampadine si accorcia anche se l’apparecchio viene acceso e spento troppo spesso. Infatti, una lampadina valutata per 10.000 ore potrebbe durare solo 3.000 ore se viene accesa e spenta molte volte e per poco tempo in uno stesso giorno.

La risposta? Passare alle lampadine a LED (diodo ad emissione di luce). Sono più efficienti, durano di più e non contengono mercurio come le lampadine lampadine fluorescenti compatte.

Connessioni allentate

attacco lampadine

Quando una lampadina è allentata nel portalampada, può accendersi e spegnersi ad intermittenza. Basta stringere la lampadina nel suo zoccolo per correggere il problema. Un altro problema può essere una connessione allentata dove i fili del circuito si collegano all’apparecchio. Spegni la corrente e controlla i fili per assicurarti che siano saldamente attaccati ai terminali a vite. Il portalampada stesso può anche avere contatti usurati o corrosi che causano problemi di connessione. In questo caso, sostituire il portalampada o l’apparecchio.

Le connessioni abitualmente allentate, sia sul portalampada che con i collegamenti dei fili, possono bruciare rapidamente la lampadina, oltre a causare lo sfarfallio. Tali connessioni aumentano la resistenza elettrica e il calore che passa attraverso il filamento della lampadina riducendo la vita di quest’ultima.

Cortocircuito delle lampadine

Questo è un altro caso in cui una lampadina diventa improvvisamente scura ma non è affatto bruciata. Un cortocircuito nel cablaggio del circuito può far sì che la lampada – così come tutti gli altri dispositivi sul circuito – si spenga improvvisamente. La definizione ufficiale di un cortocircuito è una condizione in cui la corrente elettrica scorre al di fuori del percorso di cablaggio stabilito. Questa situazione fa diminuire la resistenza, il che aumenta enormemente il flusso di corrente attraverso il circuito. Questo improvviso aumento del flusso di corrente fa scattare l’interruttore (o il fusibile) e arresta il flusso di corrente. La lampadina (e tutto il resto) si spegne improvvisamente.

Un corto circuito può essere causato da una serie di circostanze. L’apparecchio o il cavo dell’apparecchio possono avere un problema di cablaggio o la spina del cavo e la presa della luce potrebbero essere difettose. In ognuno di questi casi, sostituire le parti difettose prima di resettare l’interruttore o sostituire un fusibile.

Prima di supporre che una lampadina scura sia bruciata, controlla che l’interruttore non sia scattato a causa di un corto circuito.

Lampadine troppo grandi per la lampada

La maggior parte delle lampade hanno un’etichetta che indica la potenza massima della lampadina da usare nell’apparecchio. Se pensi che le lampadine si stiano bruciando troppo velocemente in una particolare lampada o in uno specifico apparecchio, apri il globo o il coperchio dell’apparecchio e controlla se la potenza della lampadina è troppo grande per il valore nominale dell’apparecchio. Questo non è un problema che si verifica spesso con le lampadine fluorescenti compatte o con quelle a LED, (funzionano a wattaggio abbastanza basso) ma è un problema molto comune con le lampadine a incandescenza tradizionali, dove è facile superare il valore nominale della lampada usando lampadine troppo grandi. Così facendo si crea un calore eccessivo, riducendo la vita della lampadina e potenzialmente fondendo l’isolamento del cablaggio dell’apparecchio.

Usa lampadine con potenze nominali che non superano quelle dell’apparecchio. Passare a lampadine ad alta efficienza energetica (come i LED) che hanno una potenza nominale molto più bassa eviterà questi problemi in futuro.

lampadine led

Isolamento intorno alle luci da incasso

Le lampade da incasso spesso si estendono nella soffitta. Alcune di queste sono progettate per essere coperte con l’isolamento della soffitta, ma su altri modelli più vecchi, l’isolamento deve essere tenuto indietro di almeno 7,5 cm per evitare che l’apparecchio si surriscaldi. Il surriscaldamento può far sì che l’apparecchio si spenga automaticamente, o che le lampadine sfarfallino o si brucino presto. Le luci da incasso surriscaldate possono potenzialmente portare ad un incendio. Se il vostro apparecchio non è ritenuto un apparecchio isolato a contatto, non dovrebbe essere coperto con l’isolamento.

Per consentirgli uno spazio appropriato, potete costruire una scatola intorno alla struttura dell’apparecchio o potete installare un nuovo apparecchio che tolleri il contatto con l’isolamento.

Tipo sbagliato di interruttore dimmer

Se le lampadine in un apparecchio controllato da un interruttore dimmer si bruciano rapidamente, c’è una buona possibilità che l’interruttore a muro usi il tipo sbagliato di dimmer. I vecchi interruttori dimmer sono stati progettati per essere usati solo con lampadine a incandescenza standard, e se si usano lampadine fluorescenti compatte o a LED nell’apparecchio, il dimmer standard può danneggiare il circuito nella parte inferiore della lampadina e causarne una rapida combustione.

Fortunatamente, ci sono interruttori dimmer progettati per funzionare con lampadine CFL o LED, e la sostituzione del vecchio dimmer generalmente risolve il problema.

Rimani aggiornato su tutte le ultime novità su Ernesto continuando a seguire il nostro blog!

Se invece vuoi trovare o cercare un elettricista o un altro tipo di professionista, clicca qui!

Ernesto preventivi gratuiti

You may also like

Casa Consigli

Impresa di costruzioni: cinque errori da non fare

post-image

Se vi state preparando per una grande ristrutturazione della casa, siate pronti a prendere centinaia di decisioni, dal definire la pianta alla scelta dei colori della vernice. Tuttavia, nessuna scelta è più importante di quella dell’impresa di costruzioni giusta per il lavoro.

Nove volte su dieci i progetti di ristrutturazione non raggiungono i risultati previsti: le motivazioni possono essere ricondotte a un problema tra i proprietari di casa e l’impresa costruttrice.

Per evitare questo destino nella ristrutturazione, fate attenzione a non compiere questi cinque errori nell’assunzione dell’impresa di costruzioni.

Errore #1: scegliere la prima impresa di costruzioni che si incontra

È un come un appuntamento: non si sposa la prima persona che si incontra, nonostante questa possa sembrare perfetta. Per una ristrutturazione importante pianificate di consultare cinque o sei imprese di persona. Potrebbe sembrarvi…

Read More
Consigli

Ditta di costruzioni: come sceglierla? 15 domande che prevengono le frodi e assicurano la soddisfazione

post-image

Sapete che assumere una ditta di costruzioni qualificata è una delle parti più importanti per iniziare un nuovo progetto di casa? Dei professionisti affidabili con una buona reputazione ed esperienza possono fare una grande differenza. Ma quali sono le domande più importanti da porre durante il colloquio e come si valuta la qualità di una risposta? La consultazione di esperti del settore ha consentito di creare un elenco definitivo di domande che vi aiuterà a imparare tutto ciò che c’è da sapere per scegliere con attenzione il professionista giusto per il lavoro – e per evitare i più comuni problemi di costruzione.

#1 “Da quanto tempo la ditta è in questo settore?”

Le ditte di costruzioni che operano da anni hanno incontrato molti problemi di crescita. Per questo motivo, le aziende con esperienza hanno creato sistemi e controlli per assicurare che…

Read More
Casa Consigli

Come assumere un appaltatore generale

post-image

Gli appaltatori generali organizzano ed eseguono grandi progetti di ristrutturazione, per questo motivo è fondamentale trovare quello giusto. Assumere un appaltatore significa intervistare i candidati, confrontare i preventivi ed infine verificare i loro permessi, licenze e piani assicurativi.

Questo articolo vuole quindi offrire una guida per aiutarvi a selezionare ed assumere il professionista giusto per il vostro progetto.

In questa pagina vedremo:

  • Come assumere un appaltatore generale
    • Qualifiche
    • Suggerimenti per l’intervista e domande da porre
    • Costi
    • Contratti
  • Servizi offerti dagli appaltatori generali
    • Vale la pena assumere un appaltatore generale?

Come assumere un appaltatore generale

Prendete sempre il vostro tempo e fate le vostre ricerche quando assumete un appaltatore. Ecco alcuni consigli per aiutarvi in questa fase:

  • Ricercate dei candidati selezionati: Prima di intervistare i candidati, controllate le valutazioni e le recensioni online di…
Read More
Casa Consigli

Un architetto da assumere: come? Ecco le cose da sapere

post-image

Assumere un architetto significa trasformare i vostri sogni e le vostre idee in progetti che gli appaltatori possono utilizzare per iniziare i vostri piani, sia che stiate costruendo una nuova casa o solo apportando grandi modifiche a quella attuale. Gli architetti possono aiutarvi a capire se i vostri piani sono realistici e fornirvi idee ancora migliori di quelle che avete pensato in primo luogo. Trovare un architetto con le giuste qualifiche può sembrare difficile a volte. Invece di occuparsene da soli, rivolgetevi alla rete di professionisti che potete trovare su Ernesto.it.

Qualifiche di un architetto

Gli architetti sono professionisti qualificati che hanno trascorso anni a studiare codici di costruzione, interni o design esterno, e integrità strutturale. Gli architetti richiedono un’istruzione più formale di molti altri professionisti. Come minimo, un architetto deve possedere una laurea in architettura ed…

Read More
Casa Consigli

Arredatore d’interni: ecco gli step da seguire per assumerlo

post-image

Se volete rimodellare o rinnovare la vostra casa o anche solo una stanza della vostra casa, un arredatore d’interni è il professionista di cui avete bisogno. Non c’è bisogno di preoccuparsi perché vi aiuterà a mantenere lo spazio il più funzionale possibile e lo adatterà alle vostre esigenze. La maggior parte degli arredatori di interni di alta qualità ha almeno una laurea in architettura con una specializzazione in architettura di interni e allestimenti o in una materia simile. Inoltre, avere un’assicurazione di responsabilità civile, nonché un certificato albo professionale, è indispensabile. Quando sceglierai un arredatore d’interni con cui lavorare, assicurati di chiedere delle referenze. Su Ernesto.it troverai il professionista ideale per il tuo progetto di arredamento o ristrutturazione.

Primo step per assumere un arredatore d’interni: verificare le qualifiche

L’assunzione di un arredatore di interni dovrebbe iniziare con la verifica delle sue…

Read More
Casa Consigli

Come assumere un giardiniere per il tuo prato

post-image

Se vuoi migliorare l’aspetto del tuo paesaggio evitando il fastidio di fare il lavoro pesante da solo, dovresti prendere in considerazione l’idea di assumere un giardiniere professionista. Quest’ultimo metterà in pratica tutte le tue esigenze paesaggistiche. I giardinieri possono migliorare e rinnovare gli esterni della tua casa, rispondere a qualsiasi domanda sul giardinaggio, svolgere il loro lavoro con strumenti e attrezzature moderne, rendere più sicuro il tuo giardino. Per essere un giardiniere di alta qualità è necessario avere esperienza sul campo, un attestato di corsi di formazione, laurea in agraria o botanica. Inoltre, avere un attestato di idoneità a norma di legge e un’assicurazione di responsabilità civile, nonché un permesso di lavoro, sono indispensabili. Per assumere un ipotetico giardiniere è raccomandabile verificare l’esperienza specifica al lavoro richiesto e il tempo che impiegherà per completarlo. Ernesto.it è disponibile ad assistervi nella ricerca del miglior giardiniere per la tua…

Read More
Casa Consigli

Quanti fili elettrici può contenere un tubo protettivo?

post-image

Quando non è proprio possibile utilizzare cavi non metallici, bisogna trovare un modo per proteggere i cavi elettrici da qualsiasi tipo di esposizione. In questo caso, una giusta soluzione è fornita dal tubo protettivo.

I tubi protettivi, che è possibile trovare in diversi materiali come il metallo rigido (TBR), la plastica rigida (PVC) o il metallo flessibile (TMF), presentano però il limite della quantità di cavi elettrici che possono essere condotti al loro interno (ossia la capacità di riempimento).

Definire e limitare il numero di fili conduttori è una questione di sicurezza: in effetti, se i fili elettrici trasportassero più corrente rispetto a quella concessa, il rischio che il calore generato possa fondere l’isolamento dei fili elettrici diventa molto elevato. Quindi limitare il numero di fili presenti in un tubo protettivo limita la possibilità che si accumuli calore -…

Read More
Casa Consigli

Corrispondenza tra le dimensioni dei cavi elettrici e l’amperaggio del circuito

post-image

Quando viene ampliato un circuito elettrico o quando ne viene rifatto il camblaggio o ancora quando ne viene installato uno nuovo, è fondamentale verificare che i cavi siano adattati all’amperaggio (ovvero l’intensità della corrente elettrica) del circuito. Infatti, per evitare che l’elevato calore prodotto possa fondere i cavi e causare incendi, è necessario che – all’aumentare dell’amperaggio del circuito – i cavi abbiano uno spessore maggiore.

La giusta misura del circuito, indicata dall’amperaggio, è determinata da diversi fattori, come ad esempio dal carico previsto sul circuito, dal numero di prese o di apparecchi di illuminazione ad esso collegati e dalla lunghezza del circuito.

Una volta adeguato l’amperaggio del circuito, è fondamentale adattare lo spessore dei cavi utilizzati all’amperaggio dell’interruttore.

Dimensione dei cavi

Se almeno una volta hai acquistato cavi elettrici, avrai notato la…

Read More
Translate