Interviste

Progetti Amodo: stile, creatività e professionalità al servizio della casa

amodo-ristrutturazione

L’intervista di oggi verte su edilizia e ristrutturazione di design. Vi racconteremo la storia imprenditoriale di due ragazze bolognesi, Laura ed Elisabetta, fondatrici di Amodo.

Prima di tutto un po’ di storia. Chi siete e com’è nata l’idea di Amodo?

Amodo nasce dall’idea di due giovani colleghe, compagne di studi e amiche di lunga data.
Nate e cresciute a Bologna, dopo il liceo scientifico abbiamo frequentato insieme la Facoltà di Ingegneria Edile. Durante l’università abbiamo trascorso alcuni periodi di studio all’estero, avendo la possibilità di “allargare la visuale” così da acquisire un approccio internazionale al tema dell’edilizia.

Dopo varie esperienze presso studi professionali e società di ingegneria, abbiamo deciso di intraprendere la libera professione.
Da allora, ci occupiamo di tutto quello che concerne l’edilizia in campo civile: dall’arredamento d’interni alla progettazione per committenza pubblica e privata, in ambito sia architettonico che strutturale, spaziando dalla destinazione residenziale a quella produttiva o commerciale, intervenendo sul nuovo o sull’esistente, svolgendo perizie, direzione lavori, computi metrici, servizi per la sicurezza. Un lavoro a tutto tondo, che svolgiamo avvalendoci della collaborazione di colleghi affidabili e imprese qualificate.

La vera passione di entrambe è però la ristrutturazione di interni: amiamo progettare gli spazi intorno alle persone che dovranno viverli, scegliendo insieme al cliente i dettagli che a nostro parere fanno la differenza.
Abbiamo sempre lavorato insieme in svariati progetti, e poi nel 2014 – complice anche l’iniziativa della rivista Casafacile che, tramite un casting, permetteva ai progettisti come noi di avere maggiore visibilità – abbiamo deciso di declinare in fase nuova la nostra attività, offrendo un aiuto a chi è più lontano o ha un budget contenuto.
Così è nata Amodo, che oltre ad un rapporto tecnico-cliente di tipo tradizionale, propone un servizio di consulenza online.

fondatrici-amodo-ristrutturazioneRistrutturazione e personalizzazione della propria casa possono essere iniziative molto costose. Perché scegliere dei professionisti come voi?

 

Soprattutto oggi, con la possibilità, da parte di tutti, di accedere a moltissime informazioni tramite la piattaforma web, l’approccio autodidatta da parte di chi vuole ristrutturare o dare un nuovo stile alla propria casa è molto diffuso.
In certi casi, quindi, noi possiamo aiutare il cliente a farsi una propria idea e trovare in maniera più efficace la propria strada.
Il servizio online è ideale per chi cerca idee o un parere tecnico su un intervento immobiliare, che sia l’arredo di un locale o la ristrutturazione di casa. E’ veloce, economico, pratico e non dipende dall’ubicazione dell’immobile.
Il rapporto con il professionista viene gestito a distanza; si ottengono consigli chiari in tempi rapidi, basandosi su un contratto che descrive i servizi offerti ad un prezzo concordato.
Servono soltanto un accesso ad internet, una e-mail e qualche indicazione circa le dimensioni dei locali su cui intervenire.

I clienti navigano sul nostro sito, guardano i progetti pubblicati, leggono i commenti, quindi ci contattano, dandoci fiducia. Con una pianta, le foto e l’obiettivo da realizzare, forniamo una brochure pdf con il progetto.

Ci sono però situazioni in cui una semplice consulenza a distanza non è sufficiente, per esempio quando la trasformazione dell’immobile prevede adempimenti amministrativi e tecnici che non possono essere svolti in autonomia, oppure la presenza del tecnico in cantiere.
Per chi cerca una figura professionale vera e propria, che presti assistenza anche in fase realizzativa, instauriamo un rapporto tradizionale, effettuando un sopralluogo e proponendo poi, a seconda delle esigenze del cliente, un servizio di progettazione di massima (come per il servizio online) oppure un’assistenza completa, che prevede tutti gli aspetti del processo, in modo tale da seguire il cliente fino alla conclusione dei lavori.

ristrutturazione-edile

In che modo vi differenziate e innovate nel vostro campo?

Prima di tutto cerchiamo di dare soluzioni realizzabili, alla portata del cliente e tenendo conto dei vincoli tecnici ed economici che caratterizzano quel determinato immobile.
Per facilitare il nostro interlocutore, che spesso non ha esperienza in campo edilizio, abbiamo costruito un sito web di facile consultazione, individuando quattro possibili tipologie di intervento:

Studio d’arredo

Utile se lo stile dell’immobile è sorpassato; un restyling degli ambienti senza lavori di ristrutturazione – puntando su colori, materiali, decor – permette, con una spesa ridotta, di rinnovare la casa o il luogo di lavoro in autonomia.

Ristrutturazione leggera

Si desidera una camera in più o un secondo bagno senza cambiare casa? L’immobile in vendita va reso più invitante? Il progetto prevede semplici modifiche che ottimizzano gli spazi.

Ristrutturazione completa

Se l’immobile è da ristrutturare integralmente o prima dell’acquisto serve capirne le potenzialità, valutando i costi da affrontare, individuiamo le soluzioni e gli interventi necessari.

Servizio chiavi in mano

Quando serve un professionista che si occupi di tutto, dall’ideazione fino al completamento dell’opera. L’intervento include la stima dei costi, lo studio di fattibilità, la redazione delle pratiche edilizie, la direzione dei lavori, la consulenza nella scelta di tecnologie, finiture e arredi e la selezione dei fornitori e delle maestranze. Lavoriamo con tecnici esperti e proponiamo imprese di fiducia.

Per quanto riguarda l’innovazione, cerchiamo di restare sempre al passo, frequentando fiere, workshop, eventi che possono arricchire la nostra esperienza. E poi, in realtà, ogniqualvolta comincia un nuovo progetto, c’è sempre qualcosa – nelle richieste del committente o nelle caratteristiche dell’immobile – che ci da’ lo spunto per un nuovo approfondimento e una nuova sfida.

amodo-ristrutturazione-intervista

Avete mai ricevuto richieste stravaganti? Ce ne raccontate una?

Nessuna richiesta è mai troppo stravagante! Nel senso che la prima cosa da ricordarsi quando si mettono le mani su una casa, è che la casa è di chi la abiterà.
Perciò, pur avendo (come tutti) gusti personali, quando ci mettiamo a servizio degli altri, cerchiamo in tutti i modi di seguire le loro inclinazioni e di far fronte alle loro necessità.
Dal punto di vista estetico, rispettiamo i gusti del cliente, cercando di aggiungere l’apporto di un occhio esperto e più abituato a esplorare varie possibilità. Per quanto riguarda le scelte funzionali, di là delle valutazioni oggettive su un migliore investimento o un intervento tecnico che ci sembra necessario, noi siamo prima di tutto liete di trasformare in realtà l’idea di casa del nostro interlocutore.

C’è chi rinuncia al divano pur di avere un secondo bagno, o chi preferisce investire in un arredamento di design piuttosto che migliorare la distribuzione dell’appartamento: è il cliente che detta le priorità!
Dobbiamo anche aggiungere che Amodo ci fa confrontare con questa attività in modo diverso. Quando ci hanno contattato la prima volta e hanno poi accettato il preventivo è stato emozionante! E ancora adesso, questo canale ci da tanta soddisfazione.

Sito Web: http://www.progettiamodo.com/

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/progettiamodo

 

 

 

Per ulteriori interviste e consigli, continua a seguire il nostro blog.

Se invece stai cercando un professionista per la casa, vieni sul sito Ernesto.it per un preventivo gratuito, oppure clicca il pulsante verde qui sotto!

 

logo-amodo-ristrutturazione

You may also like

Casa Consigli

Come sostituire lo spruzzatore del lavello della cucina

post-image

Molti nuovi rubinetti hanno beccucci con tubi estensibili che servono da spruzzatori, ma prima di questi, i lavelli da cucina avevano spruzzatori separati che venivano montati sulla piastra del rubinetto o lateralmente in un foro separato. L’installazione dello spruzzatore per la cucina è un lavoro piuttosto facile che è possibile svolgere da soli.

Anche se il tuo rubinetto non ha attualmente uno spruzzatore, può essere configurato in modo tale da permetterti di aggiungerne uno. Tuttavia, avrai bisogno di controllare la struttura del lavello per vedere se ha il raccordo necessario per attaccare un tubo.

Strumenti e materiali di cui avrete bisogno

  • Nuovo spruzzatore per il lavello
  • Pinze giratubi (due paia)
  • Chiave inglese (a tubo)
  • Stucco idraulico

Come sostituire lo spruzzatore del lavello della cucina

Preparazione

Se il tuo rubinetto non ha…

Read More
Consigli

Video-ispezione fognature: di cosa si tratta?

post-image

Hai un problema alle fognature e non hai idea di cosa sia o dove scavare? Una video-ispezione, potrebbe di certo aiutarti! Questa consiste infatti in un semplice processo volto a rendere più semplici ed efficaci le riparazioni negli scarichi.

Se gli anni passati i punti di scavo erano basate su mere supposizioni e congetture, oggi, grazie all’utilizzo di appositi strumenti quali videocamere fognarie e attrezzature di localizzazione, bastano semplici passaggi per individuare il blocco.

Cos’è una video-ispezione delle fognature?

Per una video-ispezione è innanzitutto necessario l’intervento di un’azienda idraulica o un tecnico esperto nel settore. Questo infatti, inserendo una sonda con all’estremità una telecamera, traccerà una linea video attraverso i tubi di scarico, che permetterà di vedere in dettaglio da vicino e in tempo reale.

La sonda può essere manovrata manualmente o attraverso delle…

Read More
Consigli

Norme di sicurezza idraulica: cosa fare e cosa non fare

post-image

Prima di intraprendere qualsiasi progetto o riparazione idraulica fai-da-te, è importante conoscere alcune precauzioni di sicurezza di base. Di seguito riportiamo alcuni consigli e norme generali per l’utilizzo degli attrezzi e requisiti ufficiali relativi alle installazioni. Ricordiamo, inoltre che, dato che questi tipi di lavori, di solito, coinvolgono anche le tubature, è importante conoscerne le caratteristiche, per evitare conseguenze dannose.

Cosa fare

Il primo passo per le riparazioni fai da te è valutare lo stato dell’impianto idraulico in modo intelligente.

Pensa prima di aprire uno scarico.

Prima di rimuovere un tubo di scarico, chiediti se è possibile che il contenuto del tubo dreni, spingendo verso la tua direzione. Infatti, gli scarichi non sono normalmente sotto pressione, ma un’ ostruzione al loro interno, potrebbe provocare una significativa pressione, a causa della gravità…

Read More
Casa Consigli

Requisiti di ventilazione della lavastoviglie

post-image

Dato che la lavastoviglie scarica nel sistema idraulico della tua cucina, c’è una leggera possibilità che l’acqua di scarico sporca torni nella lavapiatti e contamini i piatti puliti. Per evitare ciò, le norme edilizie richiedono di creare uno spazio d’aria nel tubo di scarico.

Cos’è lo sfiato della lavastoviglie?

Lo sfiato della lavastoviglie impedisce all’acqua sporca di rientrare nella lavapiatti. I due modi più comuni per farlo sono quelli di creare un anello alto nel tubo di scarico o collegare il tubo ad un raccordo di sfiato in modo tale che si monti sulla parte superiore del piano di lavoro o del lavello.

In ogni caso, è importante controllare i codici edilizi e idraulici locali prima di installare una nuova lavastoviglie. Le regole del codice locale dettano i requisiti legali richiesti nella tua zona. Contatta il dipartimento…

Read More
Consigli

Cosa fare quando c’è una perdita dal tritarifiuti

post-image

Cos’è un tritarifiuti

L’utilizzo del tritarifiuti domestico è stato regolamentato dall’ordinamento italiano solo di recente. Anche denominato dissipatore alimentare (o di rifiuti), questo è posto solitamente sotto il lavello della cucina ed è caratterizzato da una forma cilindrica, contenente al suo interno una serie di “dentini”, il cui movimento è in grado di smaltire i rifiuti organici.

Quando il tritarifiuti non funziona in modo efficace, a causa di una perdita ad esempio, non è sempre necessario sostituirlo con uno nuovo.

Le cause più comuni per cui un tritarifiuti potrebbe avere una perdita sono riportate di seguito e ti aiuteranno a comprendere il problema e risolverlo facilmente.

Guarnizione che perde

Guarda attentamente per trovare la fonte della perdita. Se il tritarifiuti sta perdendo dal bordo superiore, dove la guarnizione…

Read More
Casa Consigli

Come riaccendere un forno

post-image

Le luci pilota fisse sono fiamme costantemente accese che permettono al vostro forno di accendere il proprio bruciatore. Alcuni di questi forni sono efficaci, ma a volte richiedono una riaccensione. Ecco una guida rapida che vi aiuterà a riaccendere la vostra fiamma pilota e a diagnosticare qualsiasi altro problema.

Riaccendere la fiamma pilota

Nella maggior parte dei casi, riaccendere il pilota è semplice. Ma, prima di iniziare, è importante prendere le precauzioni necessarie per garantire la sicurezza di voi stessi e della vostra casa. Ecco come prepararsi a riaccendere la luce pilota:

Controllare il manuale delle istruzioni:

Leggete sempre le linee guida del produttore o il manuale delle istruzioni. Capire come accendere correttamente il pilota è la chiave per evitare danni alla casa e al forno.

Mantenere l’area ventilata:
Casa Consigli

9 motivi per cui le lampadine si bruciano troppo in fretta

post-image

Le lampadine non possono bruciare per sempre, e in realtà le lampadine a incandescenza hanno una durata di vita di circa 900 ore. Basandosi su un uso di otto ore al giorno, una lampadina dovrebbe durare circa quattro mesi. Le lampadine fluorescenti compatte dovrebbero durare molto di più, ma non è sempre così. Se avete sostituito le lampadine di recente e la durata di vita non sembra confermare gli standard del prodotto, la causa potrebbe essere nell’apparecchio stesso o addirittura nel circuito.

Curiosità sull’utilizzo delle lampadine

Accendere una lampadina invia una scossa di elettricità attraverso i filamenti che aumenta la probabilità di romperla rispetto alla corrente continua. Quindi se accendi e spegni frequentemente le luci, è probabile che tu stia riducendo la durata di vita della lampadina.

Alta tensione in casa

Se la tensione…

Read More
Casa Consigli

Cavi di linea e cavi di carico nei sistemi elettrici

post-image

Nel settore elettrico, i termini “linea” e “carico” sono parole che si riferiscono ai cavi che trasportano l’energia dalla sorgente a un dispositivo (cavi di linea), ed a quelli che portano l’energia ad altri dispositivi più avanti lungo il circuito (cavi di carico). Per descrivere la stessa cosa vengono anche usate altre terminologie, come ad esempio cavi in entrata e cavi in uscita o cavi a monte e cavi a valle.

I termini possono essere usati nel contesto di un singolo dispositivo e di una cabina elettrica. I cavi che forniscono energia nella cabina sono descritti come i cavi di linea, cavi a monte o i cavi in entrata. Al contrario i cavi che passano ad altri dispositivi sono descritti come carico, a valle, o cavi in uscita. E questi termini sono relativi alla posizione del dispositivo nel circuito, poiché il cavo di carico…

Read More
Translate